loading
  • Nuova generazione di motori: per consumi minimi e basse emissioni
  • Nuova normativa: tutti i motori sono già conformi alla futura normativa Euro 6d
  • Nuova trasmissione eccezionale: efficiente cambio automatico a nove rapporti sul diesel da 122 CV e una nuova trasmissione automatica (CVT) sul motore a benzina da 145 CV
  • Nuovo telaio sportivo: con sterzo diretto, nuovi ammortizzatori, asse posteriore con parallelogramma di Watt
  • Nuove tecnologie: telecamera anteriore ottimizzata e strumenti digitali nell’abitacolo
  • Nuovo comfort: parabrezza riscaldabile, nuovo sistema di infotainment, ricarica senza fili
  • Virtù comprovate: straordinarie luci a matrice IntelliLux-LED® e sedili comfort AGR
  • Ordinabile in Svizzera a partire da fine luglio; presso i rivenditori a partire dall’autunno 2019

 

Fino al 19% di CO2 in meno: l’Opel Astra più efficiente di sempreSchlieren.  Con l’aerodinamica migliore della categoria, una generazione di motori completamente nuova e trasmissioni di recente sviluppo, Opel Astra definisce nuovi standard in termini di efficienza ed emissioni ridotte. Rispetto ai modelli precedenti, le emissioni di CO2 si riducono fino al 19%. La nuova Astra si impone così ai vertici della classe delle compatte.

Già dalla sua prima apparizione, la generazione di Astra attuale ha posto le basi per una nuova era e ha ricevuto il titolo di “Auto europea dell’anno 2016”. Con la sua struttura leggera (200 chilogrammi in meno rispetto ai modelli precedenti) e le sue tecnologie all’avanguardia tipiche delle classi superiori di veicoli, Astra definisce nuovi standard. Adesso Opel porta avanti questa strategia senza scendere a compromessi, grazie alla nuova generazione di motorizzazioni a benzina o diesel estremamente efficienti e leggere. I motori a tre cilindri da 1,2-1,5 litri offrono una gamma di potenza che va da 77 kW/105 CV a 107 kW/145 CV. Con i motori completamente in alluminio, l’Astra cinque porte e Sports Tourer diventeranno delle vere e proprie campionesse in termini di risparmio ed emissioni di CO2 (consumo di carburante secondo il ciclo NEDC1: combinato 4,8-3,6 l/100 km, 115-96 g/km CO2; consumo di carburante secondo il ciclo WLTP2: combinato 5,9-4,4 l/100 km, 139-117 g/km CO2; dati provvisori).

I tre cilindri ultramoderni di Astra garantiscono non solo prestazioni di marcia vivaci, ma anche un comfort di guida elevato con livelli di rumorosità minimi. Un albero controrotante di equilibratura contribuisce a ridurre le possibili vibrazioni nel blocco motore. Le motorizzazioni di base dispongono già di serie di un cambio manuale a sei rapporti. Come dotazioni opzionali di spicco sono disponibili un cambio automatico a nove rapporti dagli innesti fluidi e attrito ridotto sul motore diesel e un cambio automatico continuo sul motore a benzina.

Il famoso telaio dinamico dell’Astra è stato sviluppato ulteriormente con maestria artigianale: i nuovi ammortizzatori migliorano il comfort di guida. Il telaio sportivo opzionale dispone di ammortizzatori più rigidi, uno sterzo dalla reazione più diretta e un asse posteriore con parallelogramma di Watt per una guida attiva.

La nuova Opel Astra, ordinabile già tra poche settimane, non brilla solo per la sua straordinaria aerodinamica e tecnologia dei motori esemplare. Infatti dispone anche di molte altre tecnologie all’avanguardia: dalla nuova telecamera anteriore e posteriore al tachimetro digitale, fino all’ultima generazione di sistemi infotainment. A bordo non mancano il sistema per la chiamata di emergenza eCall e, su richiesta, il sistema di ricarica senza fili per smartphone sulla consolle centrale.

Il design anteriore della nuova Astra si contraddistingue per una griglia in look 3D. E mentre l’abitacolo si trasformerà in una sala da concerto con sistema audio Bose all’avanguardia, gli esterni dell’Astra sorprenderanno per il pacchetto opzionale High Gloss Black con le modanature in nero lucido.

Digitalizzazione: nuova telecamera anteriore e posteriore, tachimetro digitale

Queste caratteristiche esemplari non riguardano solo le motorizzazioni, ma anche le altre tecnologie all’avanguardia di questa campionessa di vendite tra le compatte di Opel. Astra offre già una gamma di caratteristiche ultramoderne e sistemi di assistenza che non hanno paragoni in questa classe di veicoli: in particolare le luci a matrice IntelliLux LED®, intelligenti e anabbaglianti. L’ampia offerta include anche sistemi come il regolatore di velocità adattivo, l’indicatore di distanza, l’allarme per preavviso di collisione con frenata di emergenza automatica, il riconoscimento segnali stradali e l’assistente al mantenimento della corsia, solo per citarne alcuni. Inoltre sono presenti sedili ergonomici certificati dall’Associazione indipendente di esperti posturali (AGR, Aktion Gesunder Rücken e.V.), con ventilazione e funzione massaggio. Gli ingegneri Opel hanno digitalizzato ulteriormente il veicolo con una nuova telecamera frontale avanzata opzionale e una telecamera di retromarcia.

E infine, ma non per importanza, sulla nuova Astra verrà introdotta un’altra caratteristica comfort, che renderà la guida più piacevole e sicura nella stagione invernale: il parabrezza riscaldabile. Lamelle talmente sottili da essere quasi invisibili attraversano il parabrezza e offrono rapidamente al conducente dell’Astra la massima visibilità nelle giornate di gelo, impedendo che il parabrezza si appanni.

 


[1] I valori – provvisori – di consumi ed emissioni CO2 indicati sono stati calcolati in base alla procedura di misurazione prescritta WLTP (Worldwide harmonized Light vehicles Test Procedure) e convertiti in valori NEDC per permettere il confronto con altre vetture secondo i regolamenti (CE) n. 715/2007, (UE) n. 2017/1153 e (UE) n. 2017/1151.

[2] I valori – provvisori – di consumi ed emissioni CO2 indicati sono stati calcolati in base alla procedura di misurazione WLTP (Worldwide harmonized Light vehicles Test Procedure) prescritta dal 1° settembre 2018 dai regolamenti (CE) n. 715/2007 e (UE) n. 2017/1151. Questi valori sono indicati insieme ai valori di consumi ed emissioni CO2 ufficiali indicati precedentemente (in base a NEDC) e non sono da confondere con essi. Date le condizioni di test realistiche, i valori di consumi ed emissioni CO2 misurati in base a WLTP risultano in molti casi più alti dei valori misurati in base a NEDC.

All'insù